Ultimi articoli

Ultime news

Sei in Endocrinologia » Rilievo » Cosa bisogna sapere sul cancro tiroideo
E-mail
La tiroide è un organo fondamentale per il corretto funzionamento del nostro organismo; ma non tutti conoscono i rischi a cui è esposta
cancro_tiroide.jpg

 

La maggior parte delle persone sa molto poco sulla propria tiroide, figuriamoci sui problemi di salute che possono influenzarla. Ma del cancro alla tiroide si sta parlando oggi più che mai.
È inoltre possibile diagnosticarlo oggi più che in passato, tanto che i tassi di cancro alla tiroide sono aumentati di tre volte negli ultimi tre decenni.

 

Le diagnosi sono in aumento, ma non il tasso d’incidenza
Il fatto che vengano diagnosticati più casi di cancro della tiroide che in passato non significa che sia una malattia in aumento. L'aumento delle diagnosi è in gran parte dovuto ad una migliore individuazione di piccoli tumori della tiroide con ecografia e ago aspirato e nonostante ciò sia una buona cosa, non è stato un fatto esente da polemiche: alcuni considerano  che questa sovradiagnosi sia clinicamente non importante, considerato che molti tumori della tiroide sono a crescita lenta e non mettono il paziente in pericolo di vita. Pertanto alcuni pazienti vengono sottoposti a trattamenti non necessari.

I sintomi sono lievi o inesistenti
Alcune malattie della tiroide come l’ipotiroidismo, o l’ipertiroidismo possono causare sintomi vari. Ma il cancro della tiroide è di solito senza sintomi e viene comunemente diagnosticato quando un paziente si presenta con un nodulo tiroideo, di solito scoperto incidentalmente dal paziente o da un medico.

Il cancro della tiroide è quasi sempre curabile
IL cancro alla tiroide è talvolta descritto come un tipo "buono" di cancro, perché la maggior parte dei pazienti possono essere curati e vivere una vita relativamente normale. Infatti, il tasso di sopravvivenza a 25 anni per i pazienti con carcinoma papillare della tiroide, il tipo più comune, è del 95%.

I pazienti hanno bisogno di una “cura a vita”
Il trattamento di solito comporta la rimozione dell'intera tiroide, un organo che produce ormoni vitali per il nostro corpo, a causa di cui i sopravvissuti al cancro della tiroide hanno bisogno di assumere farmaci che sostituiscano questi ormoni per il resto della loro vita. Poichè il cancro alla tiroide si diffonde spesso ai linfonodi, molti pazienti sperimentano recidive e richiedono un secondo o terzo intervento chirurgico.

Un nodulo non significa necessariamente cancro
La scoperta di un nodulo sul collo non è una diagnosi automatica di cancro alla tiroide. La metà degli adulti al mondo ne ha uno e di questi, solo il 5% è un segno di cancro tiroideo. Il cancro della tiroide quindi è raro e quando un nodulo viene scoperto è importante sottoporsi ad un’attenta valutazione dell’endocrinologo. Nel caso in cui sia confermato come benigno, un costante monitoraggio e una cura farmacologica sono probabilmente tutto quello di cui c’è bisogno.

 

Per saperne di più

 

 

Articoli correlati

L'ESPERTO RISPONDE


Invia la tua domanda